Carretti  |  Raddoppi  |  Bonus

Curiosita'

Super Santos, opinionista in ciabatte

Salve amici lettori di promozioniscommesse.it, mi chiamo Santos, Super Santos, che poi sarebbe l’acronimo di Sandro Ugivaldo Pereira Enrique Salceado Santos, brasiliano di mentalità, con la licenza di commentare il calcio in questo spazio, che occupo abusivamente, alla mia maniera, si intende. Vediamo la serie A ai nastri di partenza.

Atalanta: ha pensato a rinforzare tutti i reparti, delle altre.

Benevento: per carità, il vento non si discute. E neanche il resto.

Bologna: ecco, quando vuoi trovare qualcosa da dire sul Bologna… che poi, mai che facciano qualcosa per farsi ricordare a parte non esonerare il buon Donadoni.

Cagliari: è partito Borriello, abbassando di molto il tasso di testosterone sull’isola. Difficile da rimpiazzare, ha lasciato un vuoto importante in tutta la Costa Smeralda e non solo.

Chievo: Pellissier è alla sua 35 stagione con i gialloblu.

Crotone: l’Empoli quest’anno lotterà fino in fondo per tornare in serie A.

Fiorentina: Corvino l’ha rivoltata come un calzino, e ci ha trovato pure un soldino dentro.

Genoa: bene il fatto che Crotone, Benevento, Bologna e Verona non si siano rinforzate più di tanto.

Inter: mancherebbe Totti per rendere interessante un’intervista di Spalletti.

Juventus: no, non ho detto gioia, ma noia noia noia noia…

Lazio: ha già vinto un trofeo nella stagione, direi stagione finita.

Milan: avesse preso anche Belotti sarebbe stata iscritta direttamente a FIFA17.

Napoli: perché cambiare squadra che gioca bene e vince? Infatti, arriverà di nuovo seconda o terza.

Roma: Totti ha finalmente deciso cosa farà da grande. Ma si prenderà del tempo per dircelo.

Sampdoria: i bruciacchiati (così ho sempre capito da bambino) hanno venduto i migliori giocatori, senza che Ferrero sapesse nulla. Si è giustamente infuriato, lui avrebbe venduto anche quelli scarsi.

Sassuolo:

Spal: bentornata cara vecchia Spal. Bene, adesso stai già meno simpatica di prima…

Torino: mercato interessante da parte di Cairo, è mancata l’offerta per Mediaset.

Udinese: e se fosse l’anno dell’Udinese? A Trieste ci credono.

Verona: dice Cassano abbia pensato di tornare, salvo poi ricevere una smentita lui stesso dal suo cervello, dopo aver chiamato Pecchia per confermarglielo, di avere pensato di smentire l’ipotesi di un ritorno. Crede Cassano; e il cervello. E tutti e due. O nessuno. O uno dei due.

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close