Carretti  |  Raddoppi  |  Bonus

Il Mister

Serie B, tutto (o quasi) nelle previsioni

Dopo sette giornate la classifica di serie B è, come prevedibile, molto corta ma offre qualche spunto di riflessione. Il campionato cadetto è molto livellato, i valori tra le formazioni sono molto vicini, e solo dopo i mesi invernali si delineerà quali compagini potranno lottare per la promozione e quali per non retrocedere. Al momento, alcune previsioni della vigilia si stanno consolidando, sopratutto tra le squadre attualmente in testa: Il Frosinone, che molti addetti ai lavori me compreso pronosticano come la favorita alla vittoria finale, ha preso il comando della classifica. Subito dietro un terzetto composto da Avellino, Perugia e Palermo, altra credibile candidata al salto di categoria. I rosanero sono partiti piuttosto bene, sono gli unici imbattuti, anche se non hanno ancora espresso il loro vero potenziale, hanno dimostrato poco dal punto di vista del gioco. Logica vorrebbe che i siciliani escano fuori alla distanza e che prendano la testa della classifica, ma il calcio, come sappiamo non è logica. Continuando a scorrere la classifica racchiuse in una manciata di punti ci sono squadre di buon livello, alcune già quadrate come il Pescara, qualche altra che deve migliorare dal punto di vista dell’amalgama, e qualche altra che ha raccolto meno di quanto ha seminato, come la Cremonese. Il Bari può fare molto meglio, nelle mie personali aspettative è al di sotto del suo potenziale. Di questo gruppone, che è a pochi punti dalla vetta ed a pochi punti dalla zona calda, qualcuna si staccherà o in una direzione o nell’altra quando i valori tecnici verranno fuori. Le squadre attualmente in coda vivono già il disagio del dover rincorrere, tra tutte il Novara mi sembra quella meglio attrezzata per uscire alla svelta da questa impasse, mentre il Cesena è la vera delusione fino ad ora del torneo con una partenza veramente brutta oltre ogni previsione. Niente chiaramente è definito, basta un filotto di risultati per risollevarsi, così come basta qualche defezione importante ad una squadra di vertice per incontrare difficoltà contro qualsiasi avversario. In generale, comunque, vedo una serie B spettacolare, con tante segnature, nella quale si presta molta più attenzione alla fase offensiva che a quella difensiva. C’è stato un cambio di mentalità importante nel corso degli ultimi anni, gli allenatori curano molto più le situazioni di gioco con la palla che quelle senza, si fa meno attenzione ai particolari difensivi in favore di un atteggiamento più propositivo. Questo non è necessariamente un male, anzi fa sì che aumenti lo spettacolo, non è detto però che alla fine porti risultati migliori che, normalmente, sono dati dall’equilibrio tra le due fasi.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Magari ti sei perso...

Close
Close